La prof del corsivoe Elisa Esposito lascia TikTok: «Attacchi di pianto, nervoso e rabbia»

Sembra ieri quando le sue video-lezioni di “corsivoe” rimbalzavano numerosissime su tutti i social media, diventando immediatamente uno dei trend più forti tra i più giovani (e non solo). Ma ora la prof del corsivo, l’influencer Elisa Esposito ha deciso di lasciare (temporaneamente) TikTok. Il motivo? Lo ha spiegato in un video pubblicato sui social.

La discussa “professoressa del corsivo” ha pubblicato un video su TikTok nel quale ha annunciato di voler eliminare il suo profilo dalla celebre piattaforma. «Nell’ultimo mese sono stata presa di mira da TikTok, nel senso che mi continua ad eliminare i video e a togliermi il profilo. Ho perso il mio profilo TikTok da un milione e mezzo di follower 9 volte e per me che ci lavoro è grave». Aggiungendo: «Ammetto che per questa cosa sono un po’ stressata e quasi tutti i giorni mi vengono attacchi di pianto, di nervoso e di rabbia»

È in “shadow ban” per via delle segnalazioni degli utenti

Elisa Esposito ha spiegato di essere in “shadow ban” su TikTok: nel mondo del social media questo avviene quando arrivano alla piattaforma numerose segnazioni e ban da parte degli utenti. «Nell’ultimo periodo i miei video hanno pochissime visualizzazioni. Inizialmente ero anche preoccupata perché pensavo che alla gente non piacessero più. Ma in realtà non è così perché gli stessi filmati che metto su TikTok li metto anche su YouTube e fanno milioni e milioni e milioni di visualizzazioni. È l’algoritmo di TikTok che in questo periodo fa abbastanza schifo, passatemi il termine»

E ha così concluso il suo intervento: «Per me questo è lavoro, non è solo un hobby. Sapere che c’è gente o l’app stessa che continua a intralciare il mio lavoro mi dà fastidio. Se ci saranno commenti negativi al mio video li bloccherò tutti perché non ho più voglia di leggere sempre le stesse cose. Sono arrivata al limite della sopportazione. Infatti, per questo ho deciso anche di prendermi tre/quattro giorni di pausa dai social in generale perché ho bisogno di staccare la testa da questo mondo. Fino a quando TikTok non si stabilizzerò con l’algoritmo sarò inattiva»

La polemica: «Se guadagnate 1300 euro è colpa vostra»

Quando è diventato virale il trend del “corsivoe”, il profilo di Elisa Esposito ha subìto un’impennata di follower e interazioni. I suoi video erano ovunque e la giovane influencer è stata anche ospite di alcuni programmi televisivi. Col passare del tempo, però, quando il trend è iniziato a scemare, la star del web ha deciso di puntare su altro. Ha aperto un profilo OnlyFans, ha provato a replicare il successo del “corsivoe” lanciando il “maranzivoe”, ma con scarsi risultati. E quindi ha puntato molto sulle polemiche. È stata infatti la protagonista di alcune tristi sparate, in modo da rimanere sulla cresta dell’onda. Triste ma vero.

Una di questa ha riguardato, poche settimane fa, il livello degli stipendi nel nostro Paese. «Se voi guadagnate con uno stipendio normale, sui 1300 euro al mese, la colpa è vostra, non mia. Ovviamente con tutto il rispetto per quelli che guadagnano quei soldi». E ancora: «L’Italia non ha colpe, la colpa non è di nessuno se non di voi stessi. Siete voi che decidete il vostro percorso di studi e di vita».

«Tante persone mi augurano anche il male, il fallimento. Questo perché vi rode che a 19 anni una ragazza così giovane ha cominciato a guadagnare tutti questi soldi», ha detto facendo riferimento agli introiti derivanti dalla sua attività da influencer. «È la verità, aprite gli occhi. Se adesso guadagno quello che guadagno è solo grazie a me stessa»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *